La guida per orientrarsi sul bonus casa 2023

Posted By: Eleonora Bindi On: venerdì, giugno 16, 2023 Comment: 0 Hit: 2647

EVENTI E NEWS

Bonus casa e detrazioni fiscali per l'arredo bagno

Il bonus ristrutturazione, noto anche come Ecobonus o Bonus Casa, è un incentivo fiscale introdotto in Italia per promuovere interventi di ristrutturazione edilizia finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici.

Ecco una lista di informazioni generali sul bonus ristrutturazione nel nostro Paese:

1 – Detrazioni fiscali: il bonus consente di beneficiare di detrazioni fiscali che permettono di ridurre l’imposta sul reddito delle persone fisiche o le imposte di società. Attualmente il tasso di detrazione, a seconda del tipo di intervento, va dal 50% al 65% delle spese sostenute.

2 – Tipi di interventi ammissibili: il bonus ristrutturazione copre una vasta gamma di interventi, tra cui miglioramenti energetici, installazione di pannelli solari, riqualificazione di facciate, lavori di manutenzione straordinaria, adeguamento sismico e molto altro. È importante verificare quali interventi specifici rientrano nell’ambito del bonus e rispettano i requisiti previsti dalla normativa.

3 – Requisiti e procedure: per accedere al bonus è necessario rispettare determinati requisiti ed adempiere alle procedure richieste. Ad esempio è importante che gli interventi siano effettuati da imprese adeguatamente certificate e che siano rispettati determinati standard di efficienza energetica. È inoltre necessario conservare tutta la documentazione fiscale specificatamente prodotto relativa alle spese sostenute e presentarla correttamente durante la dichiarazione dei redditi.

4 – Cumulo con altri incentivi: in alcuni casi è possibile cumulare il bonus ristrutturazione con altri incentivi statali o regionali, come ad esempio il bonus mobili, il sisma bonus o altri incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici. Tuttavia è importante verificare tutte le condizioni specifiche e le eventuali limitazioni previste.

 

Per non incorrere in fastidiose problematiche anche il noi di Idearredobagno consigliamo di consultare un professionista, come il commercialista o un tecnico specializzato, per ottenere informazioni e consulenza specifica sul bonus ristrutturazione in base alla tua situazione e ai tuoi progetti di ristrutturazione.

Per quanto riguarda l’arredamento della casa è importante tenere presente che il bonus ristrutturazione di cui abbiamo dato i cenni principali, può coprire alcune spese relative all’arredamento se sono strettamente connesse agli interventi di ristrutturazione edilizia e miglioramento dell’efficienza energetica.

Ad esempio se stai effettuando ristrutturazione completa della tua casa e hai bisogno di acquistare nuovi mobili, potresti includere i costi di acquisto degli stessi all’interno delle spese complessive di ristrutturazione. Tuttavia è fondamentale verificare le disposizioni fiscali specifiche e consultare un professionista qualificato come il commercialista, per avere un’indicazione precisa delle regole e degli eventuali limiti di detrazione applicabili.

L’arredamento da bagno incluso in opere di ristrutturazione che rientrano nella casistica sopra elencata possono essere fatturati con detrazioni fiscali. Contattaci se hai dubbi in merito, saremo felici di metterti in contatto con i nostri professionisti.

 

link utili:

Incentivi.gov.it

bonusx

il-mio-bonus.it

cosedicasa.com

Comments

Leave your comment